LA SICUREZZA

PRIMA DI TUTTO

10 Maggio 2021

COME EVITARE IL RIBALTAMENTO DEL CARRELLO:

PERCHE' SUCCEDE E COME EVITARLO

La prima causa di decesso sul posto di lavoro per i carrellisti è lo schiacciamento sotto il mezzo, dovuto al ribaltamento del carrello elevatore.
 
L’operatore che rimane intrappolato tra il pavimento ed il mezzo, riporta generalmente traumi irreversibili al cranio e alla parte superiore del corpo.
Diverse sono le situazioni che possono causare il ribaltamento di un carrello elevatore ma nella stragrande maggioranza dei casi, la stabilità del mezzo viene compromessa da una scarsa conoscenza o da errori di guida.
La Piramide di stabilità, uno dei concetti fondamentali su cui si basa la formazione per chi intende diventare un operatore di carrello elevatore, è un principio fondante del mezzo, troppo spesso preso insufficientemente sul serio. I centri di gravità e del carico, così come i perni centrali su cui fanno leva tutte le componenti del carrello non possono essere ignorate se non si vuole incorrere in incidenti fatali.
 

La cintura di sicurezza

Uno dei primissimi accorgimenti utili è l’uso costante della cintura di sicurezza, anche se in realtà non serve a trattenere il conducente in caso di collisione per evitare urti violenti contro volante e parabrezza, le cinture nei carrelli elevatori hanno una funzione ancor più importante e cioè frenare l’impulso del conducente a saltare verso quelle che potrebbero dimostrarsi conseguenze terribili per la sua incolumità. Parecchie indagini delle autorità civili rivelano infatti come, nel momento in cui un carrello sta per ribaltarsi, l’operatore sia portato a cercare di uscire dal mezzo. Una scelta che si dimostra spesso fatale, lasciando il carrellista intrappolato fra pavimento e tettuccio del carrello elevatore. 

Tre, le indicazioni da seguire per buona regola, in caso di ribaltamento e cioé:

1) Piegarsi nella direzione opposta al ribaltamento
2) Afferrare il volante o le maniglie per rimanere sul sedile
3) Puntare i piedi cercando per quanto possibile di rimanere in posizione seduta.

Purtroppo forse nessuna delle tre indicazioni, al momento di un ribaltamento, sembra sovvenire al cervello umano, lasciando l’operatore in balia di impulsi tragici.
In quest’ottica, l’addestramento sembra non essere sufficiente a impedire una reazione di questo tipo, tanto meno l’esperienza o la conoscenza del mezzo. Diversi studi in merito hanno infatti dimostrato quanto utilizzare la cintura di sicurezza aiuti a contrastare l’irrefrenabile impulso di saltare fuori dall’abitacolo e abbandonare il mezzo, agendo da deterrente.

Il centro di gravità – CCOG (Combined Centre Of Gravity)

Nella Piramide di stabilità, il punto che deve sempre restare all’interno del triangolo della piramide è il centro di gravità combinato. Il carrello elevatore è dotato di un suo centro di gravità in genere collocato 20 cm sotto il sedile così come anche il carico, che a sua volta ha un suo centro di gravità situato 50 cm più avanti del supporto delle forche. Queste due forze, formano il centro di gravità combinato, un nuovo centro di stabilità che deve rimanere all’interno della piramide per evitare il ribaltamento del mezzo.

Se il punto di stabilità delle forze di gravità va oltre la parte anteriore della piramide, il carrello si ribalta in avanti; si ribalterà lateralmente invece se uscirà dalla piramide sui lati destro e sinistro. Quando il mezzo è fermo, il centro di gravità combinato si trova al centro del carico mentre quando viene sollevato, il CCOG si sposta verso l’alto.

Molti operatori non accettano che la piramide sia a base triangolare, pensandola a base quadrata: mantenere il CCOG all’interno di un quadrato è più semplice che farlo in un triangolo, che oltretutto è una figura più ridotta. In più, poiché la piramide si restringe verso il vertice, carichi stabili a basse altezze perdono la loro stabilità a sollevamenti maggiori. In caso di sollevamento, il triangolo si restringe aumentando il margine di errore.

The mousetrap. Why forklifts tip over

La velocità

Le forze di gravità non sono le uniche ad agire sul carrello elevatore. Anche quelle relative all’accelerazione o decelerazione del mezzo possono spostare il centro di gravità combinato, innalzando il pericolo di ribaltamento.
Accade anche in concomitanza delle svolte e curve sul percorso, che spingono il carrello elevatore lateralmente e nella direzione opposta al senso di svolta. Forze ridotte, se la velocità è ridotta in grado però di spostare il CCOG a velocità meno sostenuta. Carrellisti ben addestrati ed esperti generalmente non circolano con carichi sollevati né operano manovre. Guidare senza carico non è di per sé una garanzia per non ribaltarsi, malgrado con il carico il rischio di rovesciamento sia più elevato.

Fattori esterni

Esistono anche fattori esterni che possono compromettere la stabilità di un carrello elevatore comportandone il ribaltamento. I principi di stabilità infatti funzionano su terreni compatti e pianeggianti, mentre in presenza di pendenze, la stabilità può essere compromessa. Il lavoro sulle rampe, ad esempio, quando il carico deve essere sollevato, è piuttosto pericoloso. Per questo motivo, i veicoli utilizzano la marcia indietro e l’operatore si premura di abbassare il carico. In situazioni simili, con carico sollevato, anche una piccola buca è sufficiente a ribaltare il carrello elevatore. Lo stesso nel caso in cui si utilizzino accessori, che solitamente spostano il peso e il CCOG, aumentando le probabilità che il mezzo si ribalti.
E’ quindi fondamentale che l’operatore sia consapevole della modifica delle prestazioni del carrello, quando si monta un accessorio.

Per concludere, si potrebbe dire che un incidente che coinvolge un carrello elevatore solo raramente può dirsi accidentale…la mancanza di addestramento, l’errore umano e la scarsa manutenzione, contribuiscono di gran lunga ad incrementare la possibilità di ribaltamento, per cui assicurarsi che i carrelli abbiano un sistema di ritenuta per l’operatore è fondamentale tanto quanto l’uso della cintura di sicurezza. In ultimo, investire per aggiornare gli operatori aiuterebbe a comprendere al meglio le norme che sottendono alla sicurezza sul posto di lavoro e, ad evitare spiacevoli incidenti fatali.

 

Per info e preventivi: 0586/421990 – 0586/692615

Email: info@sovecarsrl.it

oppure venite a trovarci in: Via Nicolodi 33B, 57121, LIVORNO

 

Font:blogtuttocarrellielevatori.it

Potrebbero interessarti

82a0dd88-bdb2-4ea5-a0eb-de821591c07d
10 Agosto 2020

SO.VE.CAR SRL LA TUA SCELTA MIGLIORE: ECCO PERCHE’…

Perché scegliere So.Ve.Car srl ?   Per quanto riguarda la movimentazione dei pallets del nuovo magazzino di logistica, sono previsti 8 carrelli retrattili ETV-V 216: macchine speciali specializzate nella...

Catturac_e
21 Aprile 2021

I principali vantaggi del noleggio

Il rental o noleggio è la soluzione ideale per chi necessita di mezzi moderni e prestanti, esternalizzando tutti quei costi di gestione che altrimenti potrebbero gravare sull’utilizzatore finale. Il noleggio è un servizio...

03411e70-baf2-4fc9-b93a-720432903e21
6 Agosto 2020

CORSI DI FORMAZIONE PER CARRELLISTI

                              Perché aspettare domani quando puoi farlo oggi? Hai sempre voluto guidare un carrello elevatore,...